+39 0141 904927

UZBEKISTAN: CAPODANNO A SAMARCANDA

Partenze garantite, Viaggio-esperienza
Destinazione: Uzbekistan Durata: 7 giorni Prezzo da: 1.600 €
Prima partenza: Domenica, 29 Dicembre 2019 Ultima partenza: Domenica, 29 Dicembre 2019 Stagione: INVERNO 2019-2020

Nella solenne, maestosa e unica città di Samarcanda per festeggiare il nuovo anno!
Un inverno mite e leggero, gli antichi monumenti sotto una coltre di neve bianca, un ristorante con la delicata e ricca cucina uzbeka, le incantevoli danze e molto altro ancora vi attendono nella notte di Capodanno nell’antico centro storico. Nelle festività inoltre il bazar di Samarcanda è ricco di cibo esotico, mentre le tavole imbandite delle famiglie non hanno nulla da invidiare a quelle di uno shah medievale in occasione di eventi importanti.

Partenza garantita, con guida parlante italiano:
(MINIMO 2 PARTECIPANTI)
29 Dicembre 2019/4 Gennaio 2020

  • Giorno 1 - domenica 29.12.19: Italia/Tashkent

    Partenza dall'Italia per Tashkent con voli di linea Turkish via Istanbul.
    Pernottamento a bordo.

    Giorno 2 – lunedì 30.12.19: Tashkent

    Arrivo a Tashkent al mattino. Incontro in aeroporto.
    Trasferimento privato e sistemazione in albergo (early check in)
    Prima colazione.
    Tempo per il relax. Pranzo in ristorante.
    Il vostro viaggio in Uzbekistan non può non iniziare con la visita di una delle città più grandi dell’Asia Centrale e che vanta oltre 2200 anni di storia.
    Si visita il complesso spettacolare di Khast Imam che si trova nella parte vecchia, il più grande centro della cultura islamica in Uzbekistan, il mercato locale e più famoso di Tashkent: Chorsu, sotto le cupole piastrellate si riuniscono i contadini locali per vendere loro prodotti. Durante la visita potrete degustare alcuni prodotti e sentire il profumo delle spezie locali.
    Proseguimento della visita con la parte moderna della città: prendendo la metropolitana raggiungerete il centro di Tashkent e la piazza Amir Temur con il Teatro di Opera.
    Pernottamento a Tashkent.

    Giorno 3 - martedì 31.12.19: Tashkent /Samarcanda

    Prima colazione in hotel.
    Alle ore 7.00, trasferimento alla stazione ferroviaria.
    Partenza per Samarcanda con il treno ad alta velocità "Afrosiоb" (350 km).
    Arrivo a Samarcanda verso le ore 10.00. Incontro alla stazione ferroviaria, trasferimento e sistemazione in hotel.
    Samarcanda, è una delle città più antiche del mondo, coetanea di Atene, Roma e Babele. Samarcanda ha più di 2750 anni. In Oriente viene chiamata la Perla Preziosa.
    Visita del mausoleo di Guri-Amir, il sepolcro della dinastia Timuridi, che da lontano sembra un tulipano azzurro e la Piazza di Registan che è il cuore della città.
    Cena di Capodanno e spettacolo di danze in un accogliente ristorante, allietati dalla presenza dei personaggi del Capodanno: Ded Moroz (il Babbo Natale locale) e Snegurochka (Biancaneve). Durante la cena “delle feste” gli ospiti avranno l'opportunità di assaporare una varietà di deliziosi piatti di Capodanno e prendere parte a intrattenimenti interessanti e divertenti.
    Alle 23.30, trasferimento alla Piazza Registan.
    Dalle 23.45: Capodanno tra i riflettori multicolori della Piazza Registan con champagne e auguri per il nuovo anno. Rientro al ristorante e proseguimento del banchetto.
    Pernottamento a Samarcanda.

    Giorno 4 - mercoledì 01.01.2020: Samarcanda

    Prima colazione (tardi in mattinata).
    Tempo libero. Dopo il pranzo visita della città
    Visita della Moschea Bibi-Khanym spesso paragonata al Taj Mahal, poiché simbolo grandioso e senza tempo dell'amore di un uomo per sua moglie. Questa moschea si affaccia sul vivace e colorato Siob Bazaar, dove ci sono molte bancarelle e una vasta gamma di prodotti e dove si possono fare piacevoli incontri con i commercianti locali.
    Pernottamento a Samarcanda.

    Giorno 5 - giovedì 02.01.2020: Samarcanda/Bukhara

    Prima colazione in hotel.
    Alle ore 8.45, trasferimento alla stazione ferroviaria.
    Partenza per Bukhara in treno ad alta velocità "Afrosiоb" (280 km).
    Arrivo a Bukhara verso le ore 11.15. Incontro alla stazione ferroviaria, trasferimento e sistemazione in hotel.
    Pranzo in ristorante locale.
    Dopo pranzo visita di Bukhara (escursione a piedi nella città vecchia): il Complesso "Poi Kalon": "Minareto Kalyan" - il principale simbolo sacro di Bukhara che simboleggiava l'autorità e il potere dei governatori spirituali. (XII sec.), "Moschea Kalyan" - la sua area di 130 × 80 m supera la moschea Bibi-Khanym di Samarcanda, "Ulugbeg Madrassah" - una delle 3 madrasse costruite dal nipote di Tamerlan - Ulugbeg (XV sec), "Kukeldash Madrassah "(XVI sec) - una delle più grandi madrasse di Bukhara " Lyabi-Hauz "- il più grande serbatoio artificiale della Bukhara medievale (XIV-XVII sec.). Pernottamento a Bukhara.

    Giorno 6 - venerdì 03.01.2020: Bukhara/Tashkent

    Prima colazione in hotel.
    Continuazione del tour della città (tour a piedi lungo la città vecchia):
    Visita della "fortezza dell'Arca" - il centro statale di Bukhara (IV secolo a.C.); Il mausoleo di Chashma Ayub che fa parte dei luoghi ritenuti “tracce" lasciate dai santi (XIV sec.). Infatti, la leggenda narra che qui si recò il profeta Giobbe (Ayub), i negozi dei tappeti di seta e il quartiere ebraico.
    Pranzo in ristorante locale.
    Alle 14.30, trasferimento alla stazione ferroviaria.
    Partenza per Tashkent con il treno ad alta velocità "Afrosiоb" (592 km).
    Arrivo a Tashkent alle 19.40; incontro alla stazione ferroviaria, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento a Tashkent.

    Giorno 7 - sabato 04.01.2020: Tashkent/Italia

    In mattinata, presto, prima colazione “leggera”.
    Verso le 6.30, trasferimento in aeroporto e partenza da Tashkent per l’ Italia via Istanbul.

    LE SISTEMAZIONE POSSIBILI DURANTE IL TOUR (o similari)
    Tashkent - Grand Capital 4*
    Samarkand - Bek Samarkand 3*
    Bukhara - Lyabi Khauz 3*

  • LE QUOTE, minimo 2 partecipanti
    CON TURKISH AIRLINES DA MILANO/ROMA, a partire da

      in doppia in singola
    Minimo due partecipanti 1.600,00 1.715,00
    Minimo tre partecipanti 1.535,00 1.660,00
    Spese apertura pratica: € 70,00 per persona/adulti - € 35,00 per persona/bambini
    Tasse aeroportuali (soggette a riconferma): da € 295,00 per persona da Milano, da € 300,00 per persona da Roma
    Altre città di partenza e compagnie aeree: su richiesta

    Le quote sono calcolate con tariffe aeree tour operator, soggette a disponibilità
    Cambio applicato: 1 EUR = USD 1,11407 (24/07/2019)
    Le quote potranno essere soggette ad adeguamento valutario fino a 21 giorni prima della partenza

    Le quote comprendono

    • Volo di linea TURKISH AIRLINES Milano-Roma/Tashkent/ Milano-Roma, classe turistica
    • franchigia bagaglio 1 collo
    • trasferimenti privati dall’aeroporto all’albergo e viceversa 
    • treno Tashkent/Samarcanda, classe turistica
    • treno Samarcanda/Bukhara, classe turistica
    • treno Bukhara/Tashkent, classe turistica
    • Guida parlante italiano per tutto il tour
    • Servizi di trasporto durante tutto il programma:
    • -per un massimo di 2 persone su una comoda berlina (fino a 3 posti) con A / C;
    • -per 3-6 pax su comodo minivan (fino a 10 posti) con A / C;
    • -per 8-10 pax su un comodo minibus (fino a 17 posti) con A / C.
    • Sistemazione negli alberghi indicati o similari in camera con servizi privati per 5 notti
    • Pasti come da programma: 5 prime colazioni, 4 pranzi e CENONE DI CAPODANNO
    • Ingressi come da programma
    • assicurazione spese mediche, bagaglio, annullamento all risk 
    • assicurazione viaggi rischi zero
    • tasse e percentuali di servizio

    Le quote non comprendono

    • tasse aeroportuali
    • spese apertura pratica
    • facchinaggio
    • pasti non compresi, bevande ed extra in genere
    • supplementi, visite ed escursioni non comprese
    • spese per uso della cinepresa e/o della macchina fotografica
    • mance
    • tutto quanto non espressamente indicato in programma od alla voce 'le quote comprendono'
  • ASSICURAZIONE LE VIE DEL NORD ® / UNIPOLSAI
    LE VIE DEL NORD ® S.R.L., in collaborazione con BORGHINI e COSSA Insurance Broker e UNIPOLSAI ASSICURAZIONI ha concordato per tutti i Partecipanti ai propri viaggi una specifica polizza di assicurazione che offre, inclusa nei pacchetti di viaggio.

    Tale pacchetto assicurativo, comprende:
    • Assistenza:
    spese mediche e assistenza in viaggio
    assicurazione bagaglio
    • Annullamento ALL RISKS, che permette di annullare il viaggio per qualsiasi motivo oggettivamente documentabile
    • VIAGGI RISCHIO ZERO
    per eventi fortuiti e di forza maggiore durante il viaggio

    UZBEKISTAN
    DOCUMENTI PER L’ESPATRIO E INFORMAZIONI UTILI

    Passaporto: necessario, con validità residua di non meno di tre mesi alla data di ingresso nel Paese. In ogni caso si consiglia sempre di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o i Consolati del Paese presente in Italia e/o presso il proprio Agente di viaggio.
    Viaggi all’estero dei minori: Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.
    Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione e sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, agli Uffici competenti a rilasciare il documento, che i nomi dei genitori vengano riportati sul passaporto. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano. Si ricorda che ai sensi della Circolare 1 del 27 gennaio 2012 del Ministero degli Interni “la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci.
    Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un’autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.
    Dal 4 giugno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax) . Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:
    - la dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
    - gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
    - nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
    - nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.
    Visto d'ingresso: Dal 1 febbraio 2019 entra in vigore per 45 Paesi, tra i quali l’Italia, l'esenzione del visto di ingresso.
    Il regime senza visto si applica ai cittadini italiani titolari di qualunque tipologia di passaporto (diplomatico, di servizio, ordinario) per un soggiorno fino a 30 giorni sul territorio della Repubblica dell'Uzbekistan, indipendentemente dallo scopo del viaggio. Per entrare in Uzbekistan i cittadini italiani devono essere muniti del passaporto con di validità residua di non meno di tre mesi alla data di ingresso nel Paese.
    Il regime senza visto non si applica agli apolidi residenti in Italia.
    Il soggiorno di 30 giorni previsto dal regime senza visto si attiva dal momento in cui il cittadino straniero varca la frontiera statale della Repubblica dell'Uzbekistan. Al termine di 30 giorni i cittadini stranieri devono uscire dal Paese. Il superamento di 30 giorni rappresenta la violazione delle normative di soggiorno dei cittadini stranieri sul territorio della Repubblica dell'Uzbekistan e comporta una responsabilità amministrativa.
    Per un soggiorno superiore ai 30 giorni in Uzbekistan, i cittadini stranieri devono richiedere il rilascio del visto di entrata idoneo allo scopo del viaggio. A tale proposito informarsi preventivamente presso l'Ambasciata dell'Uzbekistan a Roma.
    Una volta entrati, è obbligatorio chiedere la registrazione temporanea, prevista per ogni tipo di permanenza in Uzbekistan, inderogabilmente entro 3 giorni, esclusi i giorni festivi e non lavorativi (domenica). Il suddetto periodo viene calcolato a partire dalle ore 00,01 del giorno successivo all'arrivo.
    La registrazione non è richiesta per i minori di 16 anni.
    La registrazione non è richiesta inoltre se il soggiorno è inferiore ai 3 giorni e nel caso di ingresso nei giorni festivi o non lavorativi (domenica) e un periodo di tre giorni feriali consecutivi, al termine del quale si lasci il Paese.
    1. Per coloro che soggiornano in hotel, in altre strutture ricettive turistiche o in istituti di cura, la registrazione viene richiesta direttamente da tali strutture via Internet (http://www.emehmon.uz/) o con domanda scritta all'Ufficio Rionale (municipale) migrazione e registrazione dei cittadini della Direzione (Dipartimento) degli Affari Interni.
    2. Per chi intenda invece dimorare presso abitazioni private, la registrazione va richiesta dal soggetto dal proprietario dell'abitazione. direttamente via Internet (http://www.emehmon.uz/) o con domanda scritta all'Ufficio Rionale (municipale) migrazione e registrazione dei cittadini della Direzione (Dipartimento) degli Affari Interni.
    3. Le agenzie turistiche possono procedere alla registrazione temporanea dei propri clienti in forma elettronica, fornendo la lista delle persone con i rispettivi dati anagrafici e del passaporto, i percorsi, i luoghi e le strutture di pernottamento nei seguenti casi:
    - se accompagnati da una guida turistica nell'ambito di un pacchetto turistico organizzato, al di fuori delle zone abitate, se il periodo del viaggio non supera i 10 giorni;
    - se viaggiano con una vettura personale, moto, bicicletta, a piedi o in gruppo in autobus con un tour organizzato.
    4. Nel Caso di viaggi autonomi, ossia con alloggio in campeggi, roulotte e/o camper, l’invio della richiesta di registrazione va effettuata attraverso i centri di informazione turistica o le più vicine strutture ricettive turistiche, assicurandosi che ciò sia stato fatto e facendosi consegnare il comprovante dell’avvenuta registrazione.
    In uscita dal Paese, lo straniero dovrà avere con sé i comprovanti le avvenute registrazioni, che gli devono essere consegnati dai soggetti legittimati a richiederle (vedi sopra). Per chi, all'uscita dal Paese, ne venga trovato sprovvisto, le sanzioni - che vengono disposte in tribunale - sono molto pesanti: ritiro del passaporto, pena pecuniaria fino a 2.200 euro a persona ed espulsione con divieto di reingresso da uno a tre anni.
    Per soggiorni fino a 30 giorni non c’è più l’obbligo del pagamento delle tasse statali per la registrazione temporanea.
    Gli stranieri possono liberamente viaggiare sul territorio dell'Uzbekistan ad eccezione delle località vietate alle visite.
    Coloro che, recandosi in Uzbekistan in regime di esenzione del visto o con visto di una certa durata, confidino di ottenere a Tashkent il visto per visitare i Paesi centroasiatici limitrofi (Turkmenistan, Tagikistan, Kazakhstan in primis), devono considerare che in caso di ritardo al rilascio da parte di quelle Autorità, potrebbero trovarsi nel Paese oltre i 30 giorni oppure oltre la scadenza dell'eventuale visto di cui sono in possesso, con conseguenti gravi problemi in frontiera. A tal fine si raccomanda di munirsi dei visti di ingresso per i Paesi confinanti summenzionati prima della partenza dall’Italia considerando le rispettive durate in base alle necessità del viaggio.
    Formalità valutarie e doganali: all’ingresso nel Paese è necessario compilare una dichiarazione doganale, se si importa in Uzbekistan una somma superiore a 2.000 dollari USA. Analogamente, all’uscita dal Paese, occorre dichiarare le somme superiori a 2.000 dollari USA, ed essere in possesso della dichiarazione compilata all’arrivo, indicante una somma non inferiore a quella dichiarata all’ingresso.
    Si raccomanda vivamente di conservare le ricevute per il cambio di valuta la cui esibizione potrebbe essere richiesta dalle autorità doganali al momento di lasciare il Paese. La normativa locale prevede che un'eventuale eccedenza di denaro rispetto a quanto dichiarato al momento dell'ingresso nel Paese, ove non adeguatamente documentata, venga confiscata dalla polizia doganale. E' previsto inoltre il pagamento di una multa.
    Dollari e/o Euro possono facilmente essere cambiati presso gli hotel. Assolutamente da evitare il ricorso al cambio parallelo, che è illegale e sanzionabile. Anche dopo la liberalizzazione valutaria del 5 settembre 2017, si possono incontrare, soprattutto nei bazar, cambisti che offrono di acquistare valuta forte.
    Nel caso si rimanga sprovvisti di valuta, si potrà eventualmente ricorrere a servizi di trasferimento di denaro contante (ad es. “Western Union”).
    Per l’importazione di droni è necessaria un’autorizzazione. In assenza, si è passibili di multe e confisca del bene.
    Si raccomanda la massima cautela nella introduzione di medicinali di tipo psicotropo (rientrano in questa categoria anche gli ansiolitici) nel Paese, poiché essi tendono a venir equiparati a vere e proprie droghe. Il Decreto del Consiglio dei Ministri della Repubblica dell’Uzbekistan n. 191 dell’8 giugno 2016 “Approvazione del Regolamento sulle Modalità di Importazione ed Esportazione, da Parte di Persone Fisiche, di Farmaci e Sostanze ad Uso Medico per Consumo Personale” consente, a soggetti che stanno seguendo una cura medica, l’introduzione fino a cinque tipologie di questi medicinali (a titolo di esempio, “Xanax” “Orfidal” che contengono Alprazolam, “Tavor”, “Lorazepam”, “EN, “Delorazepam”) in quantità non superiore a due confezioni per ciascuno prodotto. Essi andranno comunque dichiarati al momento dell’ingresso nel Paese. Quantitativi maggiori dovranno essere accompagnati da prescrizione medica tradotta in lingua inglese che si consiglia in ogni caso di portare con sé. Altrettanto importante è limitare le dosi allo stretto necessario per affrontare il viaggio. Per maggiori informazioni sull’argomento si suggerisce di contattare prima della partenza l’Ambasciata uzbeka a Roma.
    L’esportazione di oggetti d’antiquariato con più di 40 anni è sottoposta a stretta regolamentazione: è possibile ottenere un’autorizzazione all’esportazione da parte del Ministero dei Beni Culturali. Gli oggetti non in regola vengono sequestrati alla dogana. In Uzbekistan sono assolutamente vietati l'importazione, la vendita, l'acquisto, la detenzione, lo stoccaggio e l'uso illegale di Droni. La violazione di questo divieto comporta l'arresto fino a dieci anni.
    Se si ha intenzione di importare un drone è bene informarsi presso l'Ambasciata uzbeka a Roma, riguardo la possibilità ed eventuale documentazione richiesta per l'ottenimento del permesso obbligatorio.


LE VIE DEL NORD® S.r.l.
Sede Legale: Via Giovanni Lanza, 22/24 – 61122 PESARO
Centralino e booking: tel. +39 0141 904927 – info@leviedelnord.com


*L’editore ha fatto tutto il possibile per rintracciare i detentori di copyright ma, se ne mancasse qualcuno, l’editore sarà lieto di includere appena possibile i necessari accreditamenti.